Milano: contributi a fondo perduto per l’installazione di Pompe di Calore

È online, sul sito del Comune di Milano, il Bando Efficienza Energetica BE2 per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli impianti termici e degli edifici privati. Il contributo, che ammonta complessivamente a 23 mln € a fondo perduto, è rivolto solo a condomìni, società e soggetti privati o pubblici, proprietari di interi edifici, i quali possono anche avvalersi di una Energy Service Company (ESCo) sottoscrivendo un contratto Servizio Energia Plus.

Come avviene in tutte le città italiane, anche a Milano il riscaldamento degli edifici è la principale fonte di inquinamento ed emissioni clima alteranti: secondo l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, il combustibile maggiormente utilizzato nel territorio comunale è il gas naturale (87,06% della potenza installata), seguito dal gasolio (12,46% della potenza installata). Questi impianti a combustibili fossili causano, nel periodo compreso tra il 15 ottobre e il 15 aprile, il 74% delle emissioni di CO2 , il 25% delle emissioni di PM10 e il 30% delle emissioni PM2,5, le più dannose per la salute umana. (Riguardo le emissioni di particolato però, va sottolineato che sono ancora il traffico e le industrie i maggiori responsabili).

A fronte di questi dati, il sostegno all’introduzione di tecnologie meno inquinanti è quindi il benvenuto, anche se desta qualche perplessità il fatto che siano incentivate allo stesso modo le tecnologie basate su fonte rinnovabile (le pompe di calore) e i generatori tradizionali a gas metano, qualora si dismetta un sistema a gasolio.

Il Bando prevede un contributo a fondo perduto pari:

  • Al 5% delle spese ammissibili nel caso in cui si sostituisca generatori di calore alimentati a gasolio con generatori di calore a pompa di calore o gas naturale o impianti geotermici a bassa entalpia o di micro-cogeneratori o allacciamento a rete di teleriscaldamento;
  • Al 15% delle spese ammissibili nel caso in cui, oltre ad un intervento finalizzato al miglioramento della trasmittanza termica dell’involucro edilizio (il cappotto), che riguardi almeno il 40% della superficie disperdente dell’edificio, siano realizzati uno o più tra i seguenti interventi:
    • Sostituzione di generatori di calore esistenti con generatori di calore a pompa di calore o gas naturale o impianti geotermici a bassa entalpia o di micro-cogeneratori o allacciamento a rete di teleriscaldamento;
    • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS);
    • Installazione di pannelli fotovoltaici;
    • Installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico (building automation) degli impianti termici ed elettrici;
    • Installazione di sistemi che comportino la riduzione dell’irraggiamento solare negli ambienti interni nel periodo estivo.
  • Al 20% delle spese ammissibili se al caso precedente si aggiunge la contestuale realizzazione di un tetto verde.

Per la parte eccedente al contributo erogato è inoltre possibile beneficiare di un finanziamento agevolato tramite Istituti Finanziari che hanno stipulato un accordo con il Comune o delle detrazioni fiscali previste dall’ordinamento nazionale.

Non tutti gli interventi però sono ammissibili: infatti per accedere al contributo comunale è necessario realizzare specifici obiettivi di riduzione delle emissioni e di efficienza energetica che possono essere facilmente raggiunti ad esempio grazie alle pompe di calore di TEON che, a differenza delle caldaie a combustibile fossile, utilizzano solo energia elettrica e acqua di falda per produrre calore, permettendo di dimezzare la spesa per il riscaldamento e azzerare le emissioni locali.

Inoltre le pompe di calore TEON, possono scaldare l’acqua fino a 80°C, permettendo di sostituire agevolmente la caldaia esistente senza rinnovare il sistema di distribuzione a radiatori tradizionali, garantendo sin da subito ottimi vantaggi economici, derivanti anche dal recente rincaro dei combustibili fossili:

Impianto esistente a gasolio TINA (primi 10 anni) TINA (dopo 10 anni)
Spesa combustibile 20.000 €/anno 9.700 €/anno 9.700 €/anno
Costi di acquisto 0 €/anno 2.940 €/anno 0 €/anno
Costi totali 20.000 €/anno 12.640 €/anno 9.700 €/anno
Risparmio 0 €/anno 7.360 €/anno 11.300 €/anno 

 

Per maggiori informazioni o se hai bisogno di assistenza per accedere al bando, il team di Samandel è a tua disposizione > > CONTATTACI ORA