L’unione fa la forza

Come abbiamo già ampiamente scritto (Decreto FER1: nuove possibilità di guadagnare con il fotovoltaico) dal 30 settembre è aperto il primo registro del DM FER1 il nuovo meccanismo di incentivazione per gli impianti fotovoltaici.

L’accesso in graduatoria è subordinato ad una serie di priorità tra le quali le principali sono le seguenti: luogo di installazione, colonnine di ricarica elettrica, aggregazione delle domande, riduzione percentuale sulla tariffa, minor prezzo finale, data di caricamento della domanda.

Visto che i Registri sono contingentati (nel primo registro sono allocati 45 MW per impianti FV su copertura) è importante capire quale approccio utilizzare per l’accesso al Registro in modo da poter aumentare la possibilità di entrare in graduatoria e quindi di realizzare l’impianto beneficiando degli incentivi messi a disposizione.

Una delle più interessanti e al contempo meno conosciute è quella dell’Aggregazione: ossia la possibilità di presentare diversi impianti sotto forma di un aggregato. Tale criterio permette di avere più possibilità di accesso: infatti con l’aggregato si è un gradino più in alto rispetto a chi decide di partecipare al Registro proponendo una maggiore riduzione percentuale della Tariffa base.

Uno dei partner di Samandel, da sempre attivo nello sviluppo di software per il settore fotovoltaico, ha creato un portale di aggregazione a disposizione di tutti gli operatori che vogliono beneficiare di questa importante opzione.

Il Servizio proposto si divide in:

AGGREGATORE PUBBLICO: in questo caso l’operatore potrà accedere a un borsino dove trovare facilmente altri impianti con cui aggregare l’impianto che intende realizzare. Impianti su tutto il Territorio Nazionale, che altrimenti non avrebbe mai avuto modo di contattare. Inoltre usufruirà della procedura guidata per creare la documentazione necessaria e del controllo dinamico sulla documentazione di tutti gli impianti appartenenti all’aggregato per evitare spiacevoli sorprese.

AGGREGATORE PRIVATO: l’operatore potrebbe aggregare autonomamente più impianti che intende realizzare, usufruendo della procedura guidata e del controllo dinamico della documentazione per essere certo che tutti gli impianti possano accedere all’aggregato. Inoltre potrà scegliere se ricoprire in prima persona il ruolo di aggregatore, presentando la domanda al GSE o “sfruttare” lo sviluppatore del portale come aggregatore.

Un’altra importante caratteristica del portale è la presenza al suo interno dello Screening dinamico, ossia un controllo approfondito sulla documentazione caricata per validarne la correttezza e la coerenza con gli altri documenti, controllo che avviene in tempo reale eliminando eventuali errori e/o dimenticanze.

Lo Screening dinamico opera non solo in fase di preparazione della richiesta ma anche dopo aver ottenuto l’incentivo in modo da poter gestire l’archivio di tutta la documentazione, generata spesso anche da figure professionali differenti.

Ancora una volta una soluzione concreta ed ad alto valore aggiunto generata dal costante networking di tutto il team Samandel!

Sei curioso di scoprire la soluzione? Contattaci