Allevamenti sostenibili con FV e Pompe di Calore

Molte aziende agricole e allevamenti in tutto il territorio nazionale sorgono in aree rurali non raggiunte dalla rete di distribuzione del gas metano, pertanto è piuttosto diffuso l’utilizzo di combustibili fossili liquidi, quali gasolio e gpl per le necessità di riscaldamento.

Grazie agli alti incentivi concessi negli scorsi anni dallo Stato, si sono diffuse tecnologie per l’autoproduzione di energia elettrica e calore tramite impianti a biogas o bioliquidi, in particolare nelle regioni del nord Italia.

In alcuni casi, questi impianti sono alimentati con scarti di produzione delle aziende agricole stesse: secondo i dati del GSE relativi al 2015, i più recenti disponibili, in Italia, ci sono circa 1.500 impianti biogas alimentati da deiezioni animali (493) o attività agricole e forestali (973).

Problema

Si tratta tuttavia di impianti caratterizzati da una notevole complessità di realizzazione e di gestione in quanto il processo di digestione delle materie organiche va controllato giorno per giorno e produce un gas ricco di impurità, che determina alti costi di manutenzione dei motori a combustione in cui viene utilizzato.

Soluzione

Le aziende agricole e allevamenti sono normalmente caratterizzate dalla presenza di pozzi d’acqua e dalla disponibilità di importanti superfici sulle coperture delle strutture. In questo contesto diventa particolarmente interessante implementare soluzioni che prevedono l’accoppiamento intelligente di pompa di calore acqua/acqua e impianto fotovoltaico. Tale soluzione integrata può portare alla “quasi indipendenza energetica”: se poi l’investimento viene effettuato sfruttando moderni strumenti di finanziamento come il noleggio operativo e il contratto di rendimento energetico, gli impianti possono essere realizzati a costo praticamente nullo.

CASO STUDIO | SAMANDEL

Presentiamo un caso studio relativo ad un progetto realizzato da Samandel per un allevamento sito in provincia di Mantova.

Condizioni di partenza

Il fabbisogno energetico dell’Azienda Agricola Cliente, si determina sulla base delle spese sostenute nella configurazione precedente all’intervento:

Consumo energia elettrica 200.000 kWh/anno 36.000 €/anno
Consumo gpl per calore 88.000 l/anno 70.000 €/anno
Costi annui totali per energia 106.000 €/anno
  • L’energia elettrica è impiegata per il funzionamento di pozzi, pompe, sistemi di distribuzione del mangime, ventilazione e illuminazione.
  • Il GPL alimenta 2 caldaie che producono calore per il riscaldamento degli ambienti destinati agli animali.
Nuove realizzazioni

L’Azienda Agricola Cliente ha a disposizione una significativa estensione delle coperture (tetti) delle stalle sulle quali è possibile installare un impianto fotovoltaico e dispone di 2 pozzi dai quali ricavano l’acqua necessaria al sostentamento degli animali e alle operazioni di pulizia.

L’intervento realizzato da Samandel è molto semplice e schematicamente può descriversi come segue:

  • installazione di un impianto fotovoltaico di potenza 270 kWp dimensionato per la massimizzazione dell’autoconsumo (oltre il 70%);
  • installazione di una pompa di calore acqua/acqua di nuova concezione di potenza termica pari a 250 kW, in grado di produrre acqua calda sino a oltre 80°C.
Contratti e finanziamenti innovativi

Il progetto è stato sviluppato utilizzando due strumenti innovativi, che combinati in modo adeguato, conducono alla realizzazione dei nuovi impianti a costo zero per il cliente.

L’impianto fotovoltaico viene finanziato con la formula del noleggio operativo. In pratica Samandel realizza l’impianto e lo vende ad una società intermediaria che lo noleggia all’Azienda Agricola Cliente per 5 anni, tramite il pagamento di un canone fisso da corrispondersi su base trimestrale.

La pompa di calore è finanziata attraverso un contratto di rendimento energetico. In sintesi, Samandel realizza l’impianto con proprie risorse economiche e, per i successivi 5 anni trattiene il valore del risparmio energetico derivante dal mancato acquisto/consumo del GPL.

La tabella seguente sintetizza i valori economici del progetto. Valori in €, arrotondati al migliaio superiore.

Costo energia riscaldamento ante progetto 70.000
O&M ante-progetto 5.000
Costo energia riscaldamento post progetto 21.000
O&M post-progetto 2.000
Risparmio per riscaldamento 52.000
Autoconsumo (mancata spesa per EE) 32.000
Contributo conto scambio (incentivo) 13.000
Vendita EE (surplus produzione) 11.000
Ricavi complessivi FV 56.000
VANTAGGIO CLIENTE LORDO ANNUO 108.000
Canone Noleggio impianto FV 66.000
Canone Pompa di Calore 40.000
VANTAGGIO CLIENTE NETTO ANNUO 2.000

 

Pertanto, per i primi 5 anni il Cliente beneficia del completo rinnovamento del parco tecnologico completamente garantito da Samandel, senza alcuna spesa aggiuntiva né per l’investimento né per l’esercizio degli impianti. Dopo il 5° anno, attraverso semplici procedure amministrative, la proprietà degli impianti passa al Cliente che da quel momento gode di un risparmio netto annuo di oltre 100.000 €, a fronte di una vita utile degli impianti stessi di almeno 20 anni. Nel corso di questo periodo il cliente può quindi realizzare un risparmio dell’ordine di 2 milioni di euro.