Il meccanismo incentivante

Il Superbonus è il meccanismo introdotto con il Decreto Legge Rilancio del 19 maggio 2020 che permette di rendere energeticamente efficienti gli immobili residenziali (case singole e condomìni) ottenendo un credito di imposta pari al 110% del costo di investimento.

Tale credito di imposta può essere anche ceduto tramite cessione del credito o sconto in fattura: questo permette di poter eseguire gli interventi di efficienza energetica riducendo o addirittura annullando completamente qualsiasi tipo di esborso economico.

Le principali caratteristiche richieste dal meccanismo Superbonus sono così sintetizzabili:

  1. Salto di almeno due classi energetiche dell’immobile
  2. Realizzazione di almeno un intervento “trainante (isolamento termico o efficientamento della centrale termica) al quale possono seguire i cosiddetti interventi trainati (impianto fotovoltaico, accumulo energia elettrica, infissi, schermature solari, solare termico, …)
  3. I costi sostenuti devono soddisfare dei massimali sia unitari che complessivi
  4. Diversi passaggi del progetto devono essere accompagnati da una asseverazione

Il Superbonus ha generato un interesse incredibile sia da parte degli operatori del settore che dei cittadini presso i quali si è diffuso il concetto del “tutto gratis”. Questo concetto ha creato una sorta di isterismo collettivo: tutti i potenziali clienti finali vogliono tutti gli interventi possibili a prescindere dalla loro reale utilità.

In realtà quando si parla di aspetti tecnologici bisogna sempre eseguire una verifica ad hoc dell’immobile per capire quali sono gli interventi a reale valore aggiunto.

 

La soluzione proposta da Samandel

Samandel ha deciso di uscire dal coro del “tutto a tutti i costi” e di portare avanti una proposta molto personalizzata:

  1. Interventi dedicati unicamente a condomini sopra le 40 unità abitative
  2. Unico intervento trainante: efficientamento della centrale termica mediante Pompa di Calore geotermica
  3. Impianto fotovoltaico con accumulo

La soluzione proposta da Samandel massimizza il valore dell’intervento in termini di:

  1. Risparmio economico: oltre il 50% di risparmio sui costi del riscaldamento
  2. Impatto ambientale: azzeramento delle emissioni climalteranti locali
  3. Aumento dalle 3 alle 5 classi energetiche dell’edificio

Il cuore della proposta di Samandel è la Pompa di Calore geotermica: un vero e proprio elemento distintivo che oggi non ha eguali sul mercato. Questa PdC produce acqua calda sopra gli 80 °C con rendimenti molto elevati: questo permette di intervenire presso tutti gli immobili che sono dotati di caloriferi tradizionali senza nessuna modifica all’impianto di distribuzione.

Nello schema qui sotto riportato vengono fornite le altre caratteristiche ad elevato valore aggiunto della PdC selezionata da Samandel:

pdc

 

Inoltre Samandel ha eseguito una serie di simulazioni (tramite software di calcolo certificato) per verificare il salto di classi: il risultato è riportato nella tabella qui di seguito riportata:

Come si può vedere i salti di classe sono sempre ampiamente superiori i a quelli richiesti dalla normativa inerente il Superbonus.

 

Case Study

dati

dati

La proposta sviluppata da Samandel prevede:

  1. La sostituzione delle attuali caldaie con 2 PdC acqua-acqua
  2. L’installazione sulla copertura del condominio di un impianto FV da 19,9 kWp in grado di generare 22.500 kWh/anno di energia elettrica

I risparmi derivanti dalla proposta di Samandel di cui sopra sono i seguenti:

diagramma 2

 

 

 

 

 

 

Una soluzione rispettosa dell’ambiente, altamente efficiente, con risparmi economici reali e facilmente quantificabili.

Vuoi conoscere i vantaggi per il tuo condominio? CONTATTACI!